Begonia: come coltivare la pianta in casa o sul balcone

0

La begonia è una pianta perenne bellissima, che regala dei fori variopinti e che può essere coltivata sia in appartamento che sul balcone o in giardino. Il bello di questa pianta è che non richiede particolari attenzioni, quindi anche coloro che non hanno il pollice verde possono coltivarla senza problemi e ottenere delle grandissime soddisfazioni. Si tratta di una bulbacea, proprio come l’orchidea, ma a differenza di questa richiede molte meno accortezze. Questo però non significa che la begonia non abbia bisogno di qualche attenzione per crescere rigogliosa e regalarci abbondanti fioriture: come tutte le piante anche questa deve essere collocata nel posto giusto. Gli aspetti a cui bisogna prestare attenzione sono pochi ma fondamentali: l’irrigazione, l’esposizione e il tipo di terreno da utilizzare. Una volta che avrete ben chiari questi fattori, non avrete alcun problema nella coltivazione della vostra begonia! 

Come coltivare la begonia al meglio

Come abbiamo detto, gli aspetti fondamentali che dovete sapere per coltivare la begonia sono 3: bisogna prima di tutto capire dove sia meglio posizionarla, quindi come e quanto annaffiarla e quale tipo di terriccio utilizzare per farla crescere al meglio. 

Dove collocare la begonia: l’esposizione

Le begonie sono piante che necessitano di molta luce, proprio come le orchidee, ma proprio come queste soffrono parecchio se ricevono direttamente i raggi solari. L’ideale quindi è collocarle in ambienti che siano luminosi ma in cui al tempo stesso la luce solare arrivi in modo filtrato. Se volete tenere la begonia dentro casa, la posizione migliore è davanti ad una finestra ma solo se le tende sono sufficientemente spesse da filtrare i raggi del sole. Se invece preferite tenere la pianta sul balcone o in giardino, collocatela all’ombra di un albero o di altre piante più grandi, in modo che riceva luce ma non in modo esagerato. Se notate delle macchioline scure sulla vostra begonia, significa che il sole arriva in modo diretto e quindi vi conviene spostarla e trovarle un riparo più sicuro. 

Quanto e come annaffiare la begonia

Le begonie hanno bisogno di quantità maggiori di acqua rispetto alle orchidee: se nel periodo estivo conviene annaffiarle di frequente, durante i mesi invernali si possono diminuire le irrigazioni. Per capire quando la vostra pianta ha bisogno di essere annaffiata, il segreto è sempre quello: tastare il terreno e se questo dovesse essere asciutto e secco provvedere all’annaffiatura. Se al contrario il terriccio è ancora umido evitate di dare altra acqua alla vostra pianta: potrebbero infatti formarsi dei ristagni dannosissimi, che possono portare anche alla morte di tutta la pianta. 

Che terriccio usare per le begonie

Se volete coltivare le begonie in giardino, dovete interrare i bulbi ad una profondità di circa 3 cm mentre in vaso dovranno essere piantati ad almeno 5 cm di profondità. Per quanto riguarda il tipo di terriccio, potete utilizzare quello universale ma l’importante è che sia arricchito con concime naturale. Nei vasi, inoltre, vi conviene mettere uno strato in fondo di argilla espansa, in modo da favorire il drenaggio e prevenire ristagni dannosi. 

Ti potrebbe interessare anche…

Share.

Comments are closed.