Come coltivare l’Anthurium: segreti e trucchi per una pianta bellissima

0

L’anthurium è una pianta da appartamento molto popolare, che al giorno d’oggi occupa una posizione di spicco e non è raro riceverla come regalo. Si tratta di una pianta bellissima, che produce dei fiori grandi e colorati, simili per certi versi a quelli della calla. Coltivare l’anthurium non è difficile, ma bisogna prestare attenzione perchè in molti casi ci si può trovare di fronte ad una morte prematura della pianta: questo non significa però che l’anthurium sia delicata, perchè non è assolutamente così! Il problema è che spesso non si presta abbastanza attenzione ad alcuni fattori importanti come l’irrigazione e l’esposizione della pianta: quando l’anthurium muore solitamente è proprio perchè uno di questi due elementi non vengono tenuti in considerazione. 

Con i giusti accorgimenti, questa pianta è in grado di crescere rigogliosa e si regalare una fioritura molto prolungata, diventando un vero e proprio elemento di arredo per la casa. Vediamo come coltivarla al meglio ed evitare di commettere gli errori più comuni. 

Come coltivare l’anthurium al meglio

Come abbiamo detto, la coltivazione dell’anthurium non è particolarmente complicata ma bisogna prestare attenzione ad alcuni fattori: con i giusti accorgimenti questa bellissima pianta vi regalerà una fioritura duratura nel tempo ed esteticamente meravigliosa! Le cose a cui bisogna prestare maggiormente attenzione nella coltivazione dell’anthurium sono l’esposizione e l’irrigazione: è importante che la pianta venga collocata nel punto giusto della casa e che riceva le giuste condizioni climatiche e di umidità. 

Dove collocare l’anthurium: esposizione migliore

Per ottenere una fioritura abbondante e duratura, la posizione ideale della pianta è in una zona soleggiata ma che non riceva la luce diretta del sole. In appartamento potete collocarla davanti ad una finestra, ma l’importante è che sia presente una tenda in modo che i raggi solari vengano filtrati e non colpiscano direttamente l’anthurium. Il rischio infatti è che i fiori si brucino e la pianta deperisca più rapidamente. Un aspetto molto importante sono anche le correnti d’aria: cercate di mettere l’anthurium in una zona protetta e riparata per evitare che si trovi nel bel mezzo di correnti deleterie. Se volete, durante il periodo estivo potete portare la pianta all’aperto: anche in questo caso però è importante evitare di metterla in pieno sole e lasciarla piuttosto in una zona di mezz’ombra. 

Come e quando irrigare l’anthurium

Anche le irrigazioni sono fondamentali per la sopravvivenza di questa bellissima pianta: per quanto riguarda la tipologia di acqua vi consiglio di usare sempre quella piovana (questo è un trucco che vale per tutte le piante). Considerate che il terreno non deve mai essere completamente asciutto e secco, quindi irrigate la vostra pianta spesso, preferibilmente dando piccole quantità di acqua alla volta in modo da evitare il rischio di ristagni nel sottovaso. Siccome l’anthurium ha bisogno di molta umidità, l’ideale sarebbe mettere dell’argilla espansa direttamente nel sottovaso: in questo modo la pianta conserverà la sua umidità e crescerà rigogliosa. Un altro trucco per mantenere l’umidità è quello di nebulizzare l’acqua sulle foglie e sui fiori tutti i giorni. 

Ti potrebbe interessare anche…

Share.