Banner title

Crisantemi: come coltivarli per un balcone fiorito anche in inverno!

0

I crisantemi sono fiori che negli ultimi anni stanno diventando sempre più popolari anche per la decorazione del balcone o del giardino: famosi perchè un tempo erano per antonomasia i fiori dei defunti, oggi si vedono spesso sia nelle aiuole pubbliche che nelle case private. I crisantemi sono piante perenni molto resistenti, perfette soprattutto per chi cerca dei fiori colorati che addobbino il balcone o il giardino anche nel periodo invernale. Sono facilissime da coltivare, non richiedono grandi cure e con un po’ di attenzione riescono a durare tutto l’anno, per sbocciare nuovamente l’autunno successivo! Un altro aspetto positivo di questi fiori è che sono molto resistenti anche all’attacco di parassiti e malattie tipiche delle piante. 

Esistono moltissime varietà di crisantemi, ma quella più diffusa ha la caratteristica corolla rotonda, dalla quale sbucano tantissimi fiorellini colorati di giallo, bianco e altre tonalità. Vediamo come coltivare al meglio i crisantemi in vaso anche nel periodo invernale, per un balcone colorato. 

Come coltivare i crisantemi in vaso

Come abbiamo detto, i crisantemi sono così popolari anche perchè non richiedono grandi cure e attenzioni, però se volete che i vostri fiori durino a lungo e non marciscano in breve tempo dovete seguire alcune semplicissime regole di base. Come per tutte le piante, anche i crisantemi devono essere sistemati nella zona giusta in modo da garantire loro la corretta esposizione, e nel periodo invernale è importante provvedere alla pacciamatura, per evitare che le radici gelino con il freddo più intenso. 

Dove collocare i crisantemi sul balcone o in giardino

Le piante necessitano di molta luce, quindi dovete collocare i vasi o piantare i crisantemi (se volete coltivarli in giardino) in una zona molto soleggiata. Questo non significa che le piante abbiano bisogno di calore e temperature miti: i crisantemi infatti tollerano molto bene anche le gelate invernali, a patto che provvediate alla pacciamatura della pianta. L’importante è quindi che ricevano molta luce naturale. 

Quanto e come annaffiare le piante

Le piante devono essere annaffiate con una certa regolarità, ma sempre senza esagerare. Generalmente, nel periodo invernale bisogna ridurre le irrigazioni ma tutto dipende dalle temperature esterne. In linea generale, per essere sicuri di dare le giuste quantità di acqua alle vostre piante basta che tastate il terreno: quando è asciutto potete irrigarlo ma se è ancora umido vi conviene aspettare. Anche i crisantemi soffrono molto in presenza di ristagni idrici nel sottovaso quindi controllate sempre che non rimanga acqua in eccesso stagnante ed eventualmente eliminatela. 

La pacciamatura: essenziale per l’inverno

Soprattutto in inverno (ma utile anche in estate), la pacciamatura è essenziale per proteggere le radici dal freddo. Ricoprite quindi il terreno con uno strato protettivo, che permetta alle vostre piante di resistere anche con i primi freddi e le prime gelate. 

Ti potrebbe interessare anche…

Share.