Macchine per la pulizia: quali sono le più utili?

Macchine per la pulizia: quali sono le più utili?

Eseguire le pulizie – in una azienda o presso la propria abitazione – è un “passatempo” a cui spesso si vuole delegare il minimo tempo possibile. Allo stesso tempo, si vuole ottenere un risultato perfetto. Per riuscire a fare tutto questo, è bene utilizzare la macchina per la pulizia più adatta a ogni compito. Vediamo quali sono le più utilizzate.

Scegliere una macchina per la pulizia non è sempre un fattore semplice, in particolare se non si conosce quali sono le proprie necessità e quale attrezzatura è la più indicata ad eseguire una o più operazioni.

Per chi vuole eseguire delle pulizie su pavimenti e superfici piane, le operazioni da eseguire sono prettamente queste:

– eseguire una prima pulizia della superficie;
– rimuovere i detriti prodotti dalla prima pulizia;
– lavare e asciugare la superficie;
– lucidarla se è il caso.


Come è facile comprendere, non è detto che queste quattro operazioni si possono svolgere con un solo macchinario. In molti casi, sarà opportuno avere a propria disposizione una attrezzatura dedicata a ogni compito. Anche se questo porta ad avere un maggior investimento monetario all’inizio, con il passare del tempo ci si potrà accorgere che è la scelta più opportuna per avere ottimi risultati nel minor tempo possibile.

Per chi ha la necessità di acquistare una o più attrezzature per eseguire questi compiti, GS distribution è uno dei negozi online più forniti dove fare un acquisto. Oltre ad avere un ampio catalogo di prodotti, in molte occasioni sono presenti promozioni od offerte che rendono ancora più conveniente acquistare le migliori macchine per la pulizia.

Vediamo quali sono i macchinari più ideali da prendere in considerazione per ogni compito.

Idropulitrici professionali

Le idropulitrici professionali sono delle attrezzature indispensabili per chi ha la necessità di rimuovere lo sporco più ostinato e i sedimenti di fango e terra. Utile sia in ambito domestico o industriale, la scelta della grandezza del modello deve tenere conto anche della tipologia di detrito che andrà rimosso.

Pulire con acqua sotto pressione, cosa che si può fare anche con un tubo dell’acqua se si necessità di poca potenza, permette di iniziare a rimuovere il grosso dello sporco presente su una superfice piana o verticale. In molti casi, come quando si esegue la pulizia di una piscina, permette di pulire anche zone molto scomode come le fughe delle piastrelle o canali di scarico.

In commercio esistono molti modelli di idropulitrice – in alcuni casi anche per scopi molto specifici – tra cui scegliere quella che meglio si adatta alle proprie esigenze attuali e future.


Aspiratori solidi e liquidi

Al termine della pulizia con la idropulitrice, è opportuno rimuovere la maggior parte possibile di sedimenti presenti sulla superficie. Oltre che a rimuoverli con una scopa, si può procedere all’utilizzo di un aspiratore per sostanze solide o liquide. Grazie a questo attrezzo simile ad un “aspirapolvere”, si potrà aspirare tutto quello che è presente sul pavimento.

Particolarmente indicato per le pulizie in giardino o in aree come capannoni e negozi, questa attrezzatura permette di rendere più veloce la pulizia finale del pavimento.

Lavasciuga pavimenti

La pulizia dei pavimenti è spesso un compito poco piacevole, ma che grazie a una lavasciuga può diventare quasi un gioco da ragazzi. Questa tipologia di macchina per la pulizia permette in una sola passata di pulire il pavimento e allo stesso tempo di asciugarlo. Fattore che quindi riduce al minimo la possibilità che qualcuno scivoli o calpesti il pavimento bagnato.

L’azione pulente di questa tipologia di macchinario è potenziata sia dalle spazzole meccaniche che dalla presenza di una quantità costante di liquido detergente. Inoltre, la rimozione mediante aspirazione dell’acqua sporca, permette di diminuire al minimo la possibilità di dover eseguire un risciacquo o una seconda passata.

Lucidatrici per pavimenti

L’ultima fase per completare la pulizia di superfici piane, se è necessaria, è senza ombra di dubbio la lucidatura del pavimento. Grazie alle lucidatrici, si avranno dei pavimenti lucidi e che possono rimanere puliti per più tempo grazie a cere o sostanze simili.

In questo caso, la dimensione della macchina e il numero di spazzole, deve corrispondere alla grandezza della zona da lucidare. Maggiore è la superficie del pavimento, maggiore sarà la grandezza della lucidatrice per pavimenti. Nel caso si ha necessità di una attrezzatura di questo tipo all’interno di un’azienda, esistono dei modelli a spinta di grandi dimensioni che sono ideali per superfici molto ampie.

La scelta della migliore attrezzatura per le proprie esigenze di pulizia andrà valutata in base alla grandezza della superficie che si andrà a pulire e al materiale con cui è realizzata. Pavimenti in cotto o in ardesia ad esempio, necessitano di una attrezzatura per la pulizia molto differente. Quindi, è bene valutare bene cosa si sceglie.

Per riuscire a fare l’acquisto più idoneo alle proprie esigenze, è bene iniziare a chiedersi come prima cosa quale è la tipologia di attrezzatura più idonea e successivamente il modello che permette di eseguire la pulizia nel modo migliore. Fatte queste domande, si potrà procedere all’acquisto senza ulteriori dubbi.