Banner title

Rosa di Natale: vediamo come coltivare l’elleboro in vaso

0

La Rosa di Natale, chiamata anche Elleboro, è una pianta erbacea perenne che viene associata a questa festività perchè fiorisce proprio nei mesi di novembre e dicembre. Si tratta di una pianta molto resistente, che viene spesso scelta come regalo perchè produce dei bellissimi fiori simili per certi versi a delle roselline selvatiche e dal colore bianco, con dei pistilli gialli che risaltano come gioielli. La rosa di Natale è una bellissima pianta, adatta proprio ai mesi invernali, che ricevere in dono è sempre un piacere anche perchè come vedremo richiede davvero pochissime attenzioni. La si può coltivare sia in terra piena che in vaso ed è una pianta decorativa eccezionale, che insieme alla Stella di Natale contribuisce a rendere l’atmosfera ancora più natalizia! 

Rosa di Natale: guida alla coltivazione

Come abbiamo appena detto, la rosa di Natale è una pianta dalla facilissima coltivazione: non richiede particolari attenzioni ed è piuttosto resistente quindi la si può regalare anche a coloro che non hanno proprio il pollice verde. Come tutte le pianta, però, anche l’elleboro ha bisogno di una certa esposizione e soffre in presenza di determinate condizioni climatiche. Vediamo quindi cosa occorre sapere per ottenere una fioritura rigogliosa e far vivere la rosa di Natale più a lungo.

Dove collocare la rosa di Natale

L’elleboro non ha bisogno di molta luce e preferisce temperature piuttosto fresche: non a caso viene chiamata Rosa di Natale e fiorisce nei mesi più freddi dell’anno! La pianta può essere coltivata sia in terra piena che in vaso: l’importante è collocarla in una zona semi ombreggiata e assicurarsi che il clima sia sempre fresco. Potete lasciarla all’aperto anche tutto l’anno: l’importante è che in estate non riceva la luce diretta del sole perchè potrebbe danneggiarla. Se durante le feste volete tenere la pianta all’interno della vostra casa non c’è alcun problema, a patto che la teniate lontana dalle fonti di calore dirette come stufe e termosifoni. 

Quanta acqua dare alla rosa di Natale?

Per quanto riguarda le irrigazioni, la Rosa di Natale ha bisogno di molta acqua solamente nel periodo che precede la fioritura oppure quando viene trapiantata. In tutte le altre occasioni le irrigazioni devono essere scarse e rade: in inverno potete darle da bere anche solo una volta a settimana ma la cosa migliore da fare è tastare il terreno perchè tutto dipende dalla temperatura che avete in casa o che c’è all’esterno. Quando sentite il terreno secco, allora è il momento di irrigare ma non esagerate mai con le quantità d’acqua perchè se eccessive potrebbero provocare malattie fungine nella pianta. Ricordate sempre di controllare il sottovaso: se si formano ristagni idrici infatti la pianta rischia di soffrire moltissimo quindi bisogna sempre svuotare l’eventuale acqua.

Ti potrebbe interessare anche…

Share.