Piante Grasse: quali scegliere e come coltivarle

Piante Grasse: quali scegliere e come coltivarle

Non avete il pollice verde ma vi dispiace non poter coltivare nemmeno una pianta nel vostro giardino o in casa? Nessun problema: ci sono sempre le piante grasse, che vi regaleranno moltissime soddisfazioni anche senza che ve ne prendiate cura in modo ossessivo! Le piante grasse infatti hanno il grandissimo pregio di essere molto resistenti e non necessitano di particolari cure: vi basterà prestare attenzione a dove collocarle e poi non dovrete più preoccuparvi di altro. Questa piante vengono definite anche succulente: questo perchè sono ricchissime di acqua e di conseguenza non necessitano di frequenti irrigazioni, al contrario se vengono annaffiate troppo spesso rischiano di morire. Non esistono quindi scuse per non avere in casa, nel giardino o sul balcone delle belle piante grasse: amate i fiori colorati? Esistono varietà che ne producono di meravigliosi!

Vediamo quali sono le più belle piante grasse da mettere in casa o nel giardino. 

Piante grasse con fiori: le mammillarie

MammillarieVisto che il sogno di molti è quello di avere un bel giardino fiorito e colorato, iniziamo con il presentarvi le più belle piante grasse che producono fiori, ossia le mammillarie. A questa famiglia appartengono moltissime specie differenti ed altrettanti ibridi in grado di produrre dei fiori davvero meravigliosi. Contrariamente a quanto si potrebbe pensare, le mammillarie, anche se fiorite, non sono difficili da coltivare: possono essere tenute all’aperto anche tutto l’anno se le temperature rimangono miti (fino a 10°), mentre nel Nord Italia conviene proteggerle nei mesi più freddi. Le Mammillarie ricoperte di spine preferiscono zone soleggiate, mentre le altre possono essere collocate in penombra e sopravvivono senza alcun problema. In inverno, in tutti i casi, non devono essere annaffiate e devono quindi essere mantenute asciutte. 

Piante grasse senza spine

Piante-grasse-senza-spineNon amate le piante grasse ricoperte di spine? Nessun problema: ce ne sono moltissime varietà anche senza spine, come la famiglia delle aizoaceae che è una delle più apprezzate e anche in questo caso raggruppa moltissime specie differenti. Le piante grasse senza spine necessitano di maggiori quantità di acqua rispetto a quelle ricoperte di spine, ma parliamo sempre di irrigazioni poco frequenti ed assenti durante i mesi invernali. Le piante grasse senza spine possono essere collocate sia in zone d’ombra che soleggiate, ma evitate di esporle esageratamente ai raggi diretti del sole. Se volete, visto che si tratta di piante molto carine, le potete anche tenere in casa senza nessun problema, così come in giardino: l’importante, anche in questo caso, è tirarle dentro quando le temperature scendono sotto i 10°. La maggior parte di questa specie produce anche dei bellissimi fiorellini!

Piante Grasse: in giardino oppure in casa?

Come avrete intuito, le piante grasse possono essere tenute sia in casa che in giardino, almeno nei mesi estivi: si tratta di specie che necessitano di temperature piuttosto alte, quindi nei mesi invernali, sotto i 10°, iniziano a soffrire. Potete quindi tenerle all’aperto tutto l’anno e limitarvi a proteggerle o tirarle dentro solo nei mesi più rigidi. 

Ti potrebbe interessare anche…