Ristrutturazioni

Massetto: quello che c’è da sapere su posa, tempi d’asciugatura e costi

Quando si ha a che fare con la ristrutturazione completa di un appartamento o di una casa, potrebbe rendersi necessario […]

Quando si ha a che fare con la ristrutturazione completa di un appartamento o di una casa, potrebbe rendersi necessario sostituire il massetto. Gli esperti del settore o comunque chi ci capisce qualcosa di edilizia sapranno a cosa si riferisce tale termine, ma per noi comuni mortali forse è meglio fare un po’ di chiarezza. Il massetto infatti è una parte strutturale importantissima, che deve essere messa in posa nel modo corretto, bisogna rispettarne i tempi di asciugatura per evitare spiacevoli inconvenienti e deve essere perfettamente in bolla. 

Insomma, il massetto è fondamentale e si tratta di un elemento che non deve mai essere sottovalutato: potete applicarlo anche con il fai da te, ma se non siete esperti vi conviene rivolgervi ad un professionista perchè basta una piccola imperfezione per rovinare ogni cosa. 

La posa del massetto: cosa sapere

Il massetto è lo strato di cemento che si trova sotto al pavimento e copre praticamente tutti gli impianti: quello elettrico, le tubature idrauliche e anche un eventuale impianto di riscaldamento a pavimento. Tutti questi elementi vengono praticamente ricoperti da una colata di cemento che si chiama appunto massetto. La posa di questo elemento strutturale è decisamente delicata ed è sempre meglio affidarla a dei professionisti del settore: il cemento infatti deve essere perfettamente a livello perchè altrimenti si rischia di ritrovarsi con un pavimento non lineare ma inclinato. Inoltre, è fondamentale calcolare bene le misure: in genere il massetto ha un’altezza di 4/6 centimetri e questa naturalmente deve essere uguale in ogni parte della casa! Se così non fosse, potreste ritrovarvi con problemi di varia natura: un pavimento non perfettamente orizzontale, spifferi sotto alle porte in caso di poco spessore e via dicendo. 

Tempi di asciugatura del massetto

Prima di poter applicare il rivestimento per il pavimento, naturalmente, bisogna aspettare che il cemento si asciughi completamente: il rischio in caso contrario è quello di ritrovarsi con bolle sul pavimento perchè con l’umidità tenderebbe ad alzarsi e non sarebbe sicuramente una bella cosa! Se intendete posare un pavimento in ceramica (compreso il gres porcellanato, il marmo ed il cotto) dovrete attendere almeno 10 giorni dalla posa del massetto, mentre per il parquet, il pavimento in resina oppure in laminato dovrete controllare il livello di umidità del sottofondo (questo dovrà essere inferiore al 2%). 

Massetto pronto: le miscele in commercio

Al giorno d’oggi in commercio è possibile trovare delle miscele già pronte all’uso, a cui basta aggiungere dell’acqua. Si tratta di soluzioni che permettono di sperimentare l’arte del fai da te, ma come abbiamo già detto vi consiglio di stare molto attenti perchè la posa del massetto è più complessa di quanto sembri! Il massetto pronto si può trovare in formato rapido oppure semirapido: la differenza sta nei tempi di asciugatura, che nell’ultimo caso possono raggiungere i 20 giorni. 

Ti potrebbe interessare anche…