Come scegliere un ombrellone da giardino

0

Magari hai un bel giardino e vorresti aggiungere un po’ di ombra in quell’angolo dove hai già sistemato dei graziosi divanetti da esterno.

L’ideale sarebbe quindi posizionare uno o più ombrelloni da giardino ai prezzi migliori perché non è detto che prezzo conveniente voglia dire poca qualità, anzi!

Vediamo quindi come scegliere il miglior ombrellone da giardino in base ai vari tipi esistenti e come posizionarli.

Perché avere un ombrellone da giardino

Quando il sole ad agosto sarà alto e cocente potrai comunque stare fuori in giardino perché avrai la tua rinfrescante fetta d’ombra.

Tra l’altro, con un ombrellone, potrai essere al riparo dallo sguardo del tuo vicino indiscreto e godere appieno della tua privacy.

Ultimo ma non per questo meno importante, aggiungerai quel dettaglio di arredamento che abbellisce anche la zona esterna di una casa.

Quanti sono e come sono fatti gli ombrelloni da giardino

I modelli di ombrelloni da giardino sono studiati in modo da soddisfare tutte le esigenze, sia per chi ha molto spazio a disposizione, sia per chi ne ha meno.

Possiamo cominciare con una prima distinzione relativa alla posizione del palo:

  • Centrale
  • Decentrato, il palo si trova all’esterno dell’ombrellone che è collegato da una sorta di braccio

La parte superiore dell’ombrellone, e cioè quella in tessuto, può avere varie forme: rettangolare, quadrata oppure tonda e, chiaramente, le dimensioni possono variare.

Esistono inoltre degli ombrelloni che possono essere utilizzati nelle ore serali, magari per cenare ma al riparo dell’umidità e sono gli ombrelloni con luce a Led incorporata per risolvere eventuali problemi di illuminazione.

Come scegliere l’ombrellone da giardino in base allo spazio a disposizione

Se lo spazio che hai non è molto grande, forse sarà meglio acquistare un ombrellone con base centrale con telo quadrato o rotondo.

Se il tuo giardino è spazioso, allora potrai sbizzarrirti un pochino di più in quanto a modelli e forme. Si rivela particolarmente indicato in queste situazioni l’ombrellone con base decentrata perché può essere regolato in modo da mantenere in ombra la zona che ti interessa e, soprattutto, la regolazione permette anche una maggiore resistenza all’azione del vento.

Materiali: legno e alluminio

Gli ombrelloni in alluminio sono più leggeri e non hanno bisogno di particolari cure ma, soprattutto, resistono bene all’azione di vento e pioggia.

Gli ombrelloni in legno d’altro canto sono più robusti e stabili ma vanno trattati con dell’impregnante ogni anno per evitare la formazione di muffe o di deformazioni causate dall’umidità.

Tessuti

Il tessuto della copertura dell’ombrellone è ciò che maggiormente influenza il prezzo. In linea di massima, quanto più sarà alta la qualità del telo, più durerà nel tempo.

I teli infatti devono subire pioggia, vento, salsedine, raggi solari e umidità, per questo devono essere fabbricati con fibre adatte che resistano a strappi e usura, che repellano l’acqua e che non facciano perdere vivacità ai colori.

Le fibre devono anche essere adatte a resistere a funghi, muffe e macchie ma devono anche proteggere dai raggi UV e garantire il fresco per cui vengono usati gli ombrelloni.

Share.

Leave A Reply