Arredare Casa

Lampadine LED: come sceglierle per l’illuminazione della casa

Le lampadine LED sono ormai entrate nelle case di moltissime persone in Italia, e il motivo è molto semplice: con […]

Le lampadine LED sono ormai entrate nelle case di moltissime persone in Italia, e il motivo è molto semplice: con questo tipo di illuminazione è possibile risparmiare notevolmente sui consumi di energia elettrica, si ottiene una luce molto più salutare per gli occhi e per la vista e non ci si deve più preoccupare di sostituire le lampadine perchè la durata è decisamente maggiore. Insomma, a quanto pare le l’illuminazione led porta con sè moltissimi vantaggi ed è proprio per questo motivo che vale la pena optare per delle lampadine led in tutta la casa. Se i più datati sistemi a risparmio energetico avevano non pochi problemi (basta pensare al tempo che impiegavano le lampadine a raggiungere l’intensità massima), le lampadine led non hanno proprio difetti o controindicazioni. Ne esistono però di moltissimi tipi diversi ed è importante scegliere la soluzione più adatta alle vostre esigenze: ecco una mini guida per capirci di più e acquistare le migliori. 

Lampadine LED: le informazioni sull’etichetta

Uno dei primi passi per scegliere le lampadine led è sicuramente quello di valutare le caratteristiche di ogni tipologia: come abbiamo detto, ne esistono di diversi tipi e questi si distinguono, oltre che per la forma, per l’intensità luminosa (espressa in lumen) e per il calore della luce. 

Intensità luminosa (lumen)

L’intensità luminosa (lm) è l’aspetto più importante da valutare nella scelta delle lampadine led: è infatti da questo parametro che dipende il livello di luce che riuscirete ad ottenere. Se avete bisogno di illuminare una stanza di grandi dimensioni dovete scegliere delle lampadine da 2.000 lumen, che corrispondono ai 150 watt delle lampadine classiche. Per sostituire invece delle luci da 60 watt potete optare per lampadine led con un’intensità tra i 500 ed i 1.000 lumen, ma non scendete sotto ai 500 lumen (da scegliere solo per luci secondarie).

Il calore della luce emessa

A seconda dell’atmosfera che volete ottenere nei vari ambienti della casa, anche il calore della luce emessa può essere un parametro importante per la scelta: sulle lampadine led dovrete guardare la temperatura espressa in gradi Kelvin. Se questa è intorno ai 2.400-3.100 gradi Kelvin allora la luce sarà calda, mentre se volete un’illuminazione più fredda dovrete scegliere lampadine led con gradi Kelvin maggiori.

Lampadine LED: quali sono le migliori?

Tra le migliori marche di lampadine a led troviamo Lexman, Osram e Philips: con questi prodotti potete andare sul sicuro, sia per quanto riguarda le prestazioni che la durata. Tra le migliori e più consigliate lampadine led per illuminare la casa ci sono sicuramente le Osram Star Classic A E 27: il prezzo potrebbe sembrare alto ma tenete presente che le lampadine led costano molto di più rispetto a quelle classiche. Potrete comunque ammortizzare la spesa in breve tempo, visto che non le dovrete sostituire per anni.

Scopri altri consigli per l’illuminazione della casa: