Termosifoni: come sceglierli in base a materiale e modello

0

I termosifoni oggi non sono più un mero strumento per diffondere il calore in tutta la casa: anche un termosifone infatti può al giorno d’oggi fare la differenza a livello di design e di comodità, tanto che ne esistono moltissimi modelli differenti. Quando si è alle prese con la ristrutturazione della propria abitazione, può capitare di dover sostituire i termosifoni, soprattutto se quelli già esistenti sono datati o se si intende rinnovare l’impianto idraulico in toto. Le occasioni per disfarsi dei vecchi radiatori sono diverse, anche se non si sta ristrutturando casa: i modelli più vecchi sono infatti molto impattanti, spesso hanno prestazioni inferiori e rischiano di rovinare tutto lo stile ed il design della propria abitazione. Non è quindi raro sostituirli, ma al giorno d’oggi la scelta è talmente vasta che diventa davvero complicato trovare il modello perfetto per le proprie esigenze! 

Al di là dell’impatto puramente estetico, bisogna sapere che esistono diversi materiali con cui possono essere fatti i termosifoni: quelli in ghisa sono differenti rispetto a quelli in alluminio, per fare un esempio. Devono quindi essere valutate una serie di caratteristiche che vanno dal design al materiale, senza trascurare le prestazioni ed altri fattori che possono sicuramente fare la differenza. 

Materiale dei termosifoni: acciaio, alluminio o ghisa?

Come abbiamo detto, un termosifone può essere realizzato in diversi materiali ed i principali 3 che vengono ancora oggi impiegati (anche se in misura diversa) sono l’acciaio, l’alluminio e la ghisa. 

Termosifoni in ghisa

I caloriferi in ghisa oggi vengono prodotti in quantità decisamente inferiori rispetto ad un tempo: la ghisa infatti era il materiale per eccellenza dei radiatori fino a qualche decennio fa, ma presenta non pochi difetti. Sebbene infatti i radiatori in ghisa riescano a trattenere il calore per molto tempo e quindi irradiarlo lentamente per diverse ore, impiegano più tempo per riscaldarsi. Inoltre, questo materiale è molto pesante il che significa che l’installazione ed il trasporto di un termosifone in ghisa sono decisamente più complessi e costosi. Ad oggi i termosifoni in ghisa sono poso diffusi e permangono solo nelle abitazioni datate. 

Termosifoni in acciaio 

Anche i radiatori in acciaio sono pesanti e hanno anche un costo maggiore tra tutti i tipi di termosifoni, perchè sono quelli che meglio si adattano alle esigenze moderne. I radiatori in acciaio infatti sono esteticamente molto più belli rispetto a quelli in ghisa o in alluminio e sul mercato se ne possono trovare di tutti i tipi. Se quindi siete persone molto attente al design e all’arredamento della vostra casa, i termosifoni in acciaio sono la soluzione migliore dal punto di vista estetico e hanno un buon rendimento. 

Termosifoni in alluminio

I radiatori in alluminio hanno un grande vantaggio: sono molto più leggeri e quindi il trasporto e l’installazione sono decisamente meno complicati ed onerosi. Anche questi caloriferi oggi vengono proposti in tante versioni e forme differenti, tanto da riuscire ad integrarsi alla perfezione anche negli ambienti più moderni. Un modello molto diffuso di radiatori in alluminio è quello tubolare, facile da pulire ed esteticamente interessante. 

Ti potrebbe interessare anche…

Share.

Comments are closed.