Banner title

Guida alla scelta del mobile lavatoio: materiali e tipologie

0

Il lavatoio, detto anche comunemente lavarina, è un particolare lavabo che un tempo veniva utilizzato moltissimo, soprattutto per pulire i panni ed il bucato a mano. Naturalmente al giorno d’oggi il lavatoio potrebbe sembrare inutile: abbiamo la lavatrice e sono ormai pochissime coloro che lavano ancora tutti i vestiti a mano. Tuttavia, se avete un bagno di servizio inserire un lavatoio moderno potrebbe rivelarsi una bellissima idea, perchè vi assicuro che si rivela utilissimo per diversi scopi. Ad esempio, quando si hanno delle maglie di lana da lavare a mano, quando i bambini sono troppo piccoli per fare la doccia, ma anche per lavare teglie o pentoloni ingombranti che non ci stanno nei comuni lavandini. Insomma: il lavatoio sta tornando sempre più di moda ed effettivamente i modelli più moderni garantiscono funzionalità, comodità e design. 

Scegliere il lavatoio potrebbe rivelarsi un’impresa: al giorno d’oggi infatti le tipologie sono diverse così come i materiali utilizzati per creare la vasca. Vediamo quali sono le differenze ed i modelli più consigliati per la lavanderia di casa. 

Materiale lavatoio: ceramica, acrilico o polimineral?

Un tempo esistevano solamente i lavabi-lavatoi in ceramica oppure in muratura per esterni, ma oggi le cose sono cambiate e l’aspetto più importante nella scelta di questo componente del bagno-lavanderia è proprio il materiale. I lavatoi moderni sono realizzati in ceramica, in acrilico oppure in polimineral: 3 materiali con caratteristiche differenti, che devono essere valutate. 

Lavatoio in ceramica

Il lavatoio in ceramica è ancora oggi il più amato e popolare, perchè questo materiale assicura sempre una resistenza incredibile ed è igienico al massimo, tanto che accanto ai materiali innovativi continua ad essere impiegato per lavandini e lavabi. Un lavatoio in ceramica è sicuramente molto elegante ed è l’ideale per un bagno-lavanderia, ma ha la pecca di non consentire grandi personalizzazioni. In sostanza, se cercate un buon lavatoio che non si rovini e che duri nel tempo, la ceramica rimane il materiale più consigliato. Se però volete un lavatoio di design che si integri con l’arredamento di un bagno moderno, allora vi conviene prendere in considerazione anche gli altri modelli, più innovativi e particolari in forme e colori. 

Lavatoio in acrilico

I lavatoi in acrilico hanno il vantaggio di poter essere sistemati anche all’esterno, perchè questo materiale è molto resistente alle intemperie e agli urti. Se quindi volete collocare la vostra lavarina sul terrazzo, l’acrilico è sicuramente il più consigliato! Materiale indistruttibile, leggero e più economico rispetto agli altri, l’acrilico ha l’unica pecca di non essere particolarmente resistente ai graffi e rischia di ingiallirsi o sbiadire più facilmente. 

Lavatoio in polimineral

I lavatoi in polimineral sono i più innovativi e costosi, ma si adattano alla perfezione al design di un bagno moderno. Questo materiale, un miscuglio tra resina e polveri naturali, è setoso al tatto e sicuramente molto elegante, ma costa decisamente di più rispetto alla ceramica e alla resina. Ha comunque diversi vantaggi: è resistente e praticamente indistruttibile, e non rischia di sbiadire. 

Ti potrebbe interessare anche…

Share.